6 cose che non sai sui cosmetici

Come vengono svolti i controlli di sicurezza sui cosmetici? Cosa si rischia acquistando un prodotto contraffatto? Ecco le domande più frequenti relative al mondo della bellezza Come si svolgono i controlli di sicurezza sui cosmetici? Prima di essere venduto, un cosmetico subisce diversi iter per attestarne la sicurezza per il consumatore finale. Gli ingredienti contenuti all'interno dei prodotti cosmetici infatti sono controllati e si possono utilizzare solo quelli inclusi nel Cosing del Ministero della Salute.

Un team di scienziati e ricercatori appartenenti al Comitato Scientifico sulla Sicurezza del Consumatore si occupa di di revisionare regolarmente le liste degli ingredienti sulla base delle nuove informazioni e dei nuovi dati provenienti dal mondo della ricerca scientifica. Inoltre, a differenza di altri Stati dove non ci sono specifiche leggi sul controllo degli ingredienti utilizzati nei cosmetici, in Europa esiste un regolamento che disciplina la produzione, il confezionamento, la distribuzione e la vendita di cosmetici.

Test sugli animali: cosa è cambiato? Negli ultimi anni nell'Unione Europea sono cambiate diverse leggi a proposito dei test cosmetici svolti sugli animali: a partire dall'11 Marzo 2013 infatti è entrato in vigore il divieto di commercializzare prodotti cosmetici testati su animali, imponendo il bando totale della sperimentazione animale a scopi cosmetici. Al di fuori dell'Unione Europea le leggi sono però differenti e il divieto non è valido in tutti i paesi. I test alternativi messi a punto negli ultimi anni per garantire la sicurezza del prodotto sono tutti test di replacement, ossia di totale sostituzione dei test sugli animali.

Cosmetici contraffatti: tutto quello che devi sapere Negli ultimi anni si è assistito a un vero e proprio boom di prodotti cosmetici contraffatti, soprattutto di profumi, fragranze e prodotti di lusso. Alcune analisi condotte su questi prodotti hanno rivelato la presenza di sostanze illecite che possono causare anche allergie. È importante quindi acquistare i propri cosmetici solamente presso rivenditori autorizzati e di fiducia ed è importante controllare sempre l'etichetta, verificando l'INCI. Vi spiegheremo nel prossimo articolo cosa è l'INCI. Pochi ingredienti rendono un cosmetico più sicuro? Spesso si pensa che un prodotto contenente pochi ingredienti sia più sicuro di uno che presenta diversi ingredienti sull'etichetta. Come afferma ABC Cosmetics, "il numero di ingredienti contenuti nel prodotto non incide in alcun modo sulla sua sicurezza. Ogni ingrediente ha un ruolo specifico, come aumentare l’efficacia del prodotto oppure conferire un odore e una sensazione piacevole. Indipendentemente dal numero, ciascun prodotto viene sottoposto a una valutazione della sicurezza. Quindi, tutti i prodotti immessi in commercio garantiscono la tutela della salute del consumatore". I conservanti sono dannosi per la pelle? I conservanti utilizzati nei cosmetici hanno la funzione di preservare il prodotto dal deterioramento: una volta aperti infatti, potrebbero subire una contaminazione microbica che andrebbe ad intaccare il prodotto rendendolo pericoloso per la tua pelle e per la salute. Grazie ai conservanti invece, il prodotto rimane integro. Non sono da considerare sostanze pericolose perché sono ammessi dalla normativa europea ed italiana e sono sottoposti a verifiche e controlli da parte di un comitato scientifico europeo. I parabeni fanno male alla pelle?

I parabeni sono dei composti chimici organici che hanno una funzione battericida e fungicida e per questo motivo vengono utilizzati come sostanze conservanti nei prodotti cosmetici, dai saponi alle creme per il corpo fino ai prodotti per capelli. Non è ancora stato dimostrata la nocività dei parabeni nelle formulazioni cosmetiche ma è vero che sempre più persone risultano allergiche ai parabeni sviluppando fenomeni irritativi cutanei più o meno rilevanti. Per questo si fa ricordo a sistemi conservanti differenti e a packaging speciali in airless che rendono le preparazioni inaccessibili ai microrgamismi

0 visualizzazioni0 commenti